finalit - bisogno di grafologia - formazione - corso triennale - forum - lettera aperta - servizi - domande - iscrizione - contatti

Una "grafologia di regime": Mussolini e la scrittura

Moderatori: guido, paola appetito, antonella zauli

Una "grafologia di regime": Mussolini e la scrittura

Messaggiodi guido il 8 dic 2013, 11:39

Si reputa che il libro possa interessare sia il grafologo sia il non grafologo: restituisce il sapore, il clima culturale ed il sentire dominanti di un’epoca, basata sul culto della personalità.
Il libro è edito dalla Libreria del Littorio nel 1930 ed ha una prefazione di Paolo Orano, che – si apprende dal web- “è stato uno scrittore, docente, deputato e attivista italiano, che, dopo una breve militanza nel Partito socialista italiano e, successivamente, nel Partito Sardo d'Azione, aderì al fascismo”.
Dell’autore – Guido Mazza – invece non è stato possibile rivenire notizie. Nel web si scrive di un Guido Mazza, nato nel 1884 e deceduto nel 1958: era un medico che si distinse con onore in qualità di ufficiale medico, durante la I guerra mondiale. Lo si segnala per un fatto curioso: era nato a Recanati, come Girolamo Moretti, padre della grafologia italiana.

Il Guido Mazza che ha scritto il libro in questione non si avvale di un metodo grafologico allora conosciuto, ma si avvale di propri criteri di scarsissimo interesse per il grafologo e per la grafologia. Mazza compara la grafia di Mussolini con quella di Macchiavelli, D’Annunzio, Leonardo, Cavour e di altri personaggi, con gli esiti che sono facilmente intuibili.
Da segnalare un paragrafo dedicato alla “Scrittura di un temperamento antifascista.”
Il paragrafo finale del libro è intitolato “Più che ieri, più che domani” e si conclude nel seguente modo:
Così Mussolini, per quanto abbia una volontà personale, non è un dittatore nel senso autocratico della parola, come un direttore di orchestra che comanda a suo grado, con la bacchetta, tutti gli strumenti della vita nazionale. Egli è piuttosto uno Stradivarius, sul quale tutta la Nazione, nella febbre della passione e del lavoro, ritma il suo quotidiano divenire”.



1_copertina_La scrittura in libertà.pdf
(13.68 MB) Scaricato 780 volte


3_Macchiavelli e Mussolini.pdf
(6.63 MB) Scaricato 799 volte

4_L'armonia nella vita e nella scrittura.pdf
(6.65 MB) Scaricato 1066 volte

5_D'Annunzio e Mussolini.pdf
(6.41 MB) Scaricato 782 volte

6_Leonardo e Mussolini.pdf
(7.58 MB) Scaricato 753 volte

7_Cavour e Mussolini.pdf
(4.33 MB) Scaricato 733 volte

8_Più che ieri più che domani.pdf
(9.1 MB) Scaricato 760 volte
guido
 
Messaggi: 1193
Iscritto il: 17 mar 2008, 11:04

Torna a Approfondimenti (lavori, analisi, grafie)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron