Per illustrare le finalità di Filografia, pubblichiamo gli art. 1, 2 e 3 del suo statuto.

Art.1

E' costituita l'Associazione senza scopo di lucro denominata "Filografia - Centro grafologico di formazione, studi, promozione, ricerche e servizi", con denominazione abbreviata Filografia. L'associazione potrà costituire delle sezioni nei luoghi che riterrà più opportuni al fine di meglio raggiungere gli scopi sociali.

Art.2

Scopo dell'Associazione è quello di favorire la diffusione della grafologia in quanto scienza e come aiuto e servizio resi in favore e per l’Uomo nei diversi ambiti applicativi (educativo, psicologico, scolastico, orientativo, formativo, matrimoniale, familiare, giudiziario), anche in funzione preventiva. Per tali scopi, Filografia promuoverà la formazione in grafologia e la promozione della stessa, nonché la ricerca, l'orientamento professionale, lo studio, l'incentivazione e la divulgazione della cultura grafologica anche ai fini del completamento e dell’arricchimento dei curricoli nelle scienze umanistiche, per favorire l'inserimento di giovani diplomati, laureati e laureandi nel mondo del lavoro. Costituisce una delle finalità di Filografia anche la promozione di azioni tese all’istituzione dell’Albo dei grafologi, nell’interesse degli utenti dei servizi grafologici.

Art.3

L'Associazione potrà:

  • promuovere la formazione professionale e l'orientamento professionale degli associati, nonché di terzi, secondo le norme vigenti. Le prestazioni ai terzi saranno rese secondo le modalità contenute nel successivo art.27, valorizzando esperienze di formazione di tipo innovativo, che adottino le più idonee tecnologie didattiche, anche a distanza;
  • promuovere l'analisi delle tematiche inerenti le varie attività grafologiche negli specifici ambiti applicativi, nonché nelle scienze e nelle tecniche che le sono limitrofe e/o che le sono di supporto;
  • incentivare gli studi e le sperimentazioni tesi alla definizione e alla formalizzazione di propri protocolli applicativi della grafologia, idonei a valorizzare al massimo la proposta educativa insita in quest’ultima e/o il contributo che la stessa può apportare alle altre scienze e nei diversi ambiti applicativi, ivi compreso quello giudiziario;
  • sperimentare altri impieghi della grafologia che affianchino i settori applicativi tradizionali già specificati nell’articolo 2;
  • effettuare attività di ricerca, aventi valore di progresso disciplinare e di interesse psico sociale;
  • collaborare come interlocutore propositivo con tutte le istituzioni competenti in ambito locale, provinciale, regionale, nazionale, comunitario ed internazionale con Università ed enti di ricerca, pubblici e privati, nonché utilizzare tutte le risorse disponibili per promuovere azioni coerenti alle finalità associative;
  • ricercare forme di collaborazione, anche tramite progetti di ricerca multi e/o interdisciplinari, con studiosi e professionisti di altre discipline, nonché con le associazioni e gli albi professionali degli stessi,
  • incentivare il coinvolgimento dei sopra citati professionisti, associazioni ed albi ai fini anche di standardizzare dei protocolli scientifici di osservazione multi e/o interdisciplinari;
  • promuovere forme di collaborazione, anche in termini preventivi, con le scuole di ogni ordine e grado, nonché con le strutture pubbliche e private aventi valore educativo e/o riabilitativo e con ogni altra istituzione dedita alla cura e al benessere dell’Uomo;
  • promuovere le finalità dell'Associazione mediante la diffusione di contributi scientifici, l'organizzazione di convegni, conferenze, dibattiti, seminari e la redazione di pubblicazioni scientifiche e divulgative;
  • promuovere iniziative di collaborazione su scala nazionale ed internazionale con Associazioni aventi scopi e attività analoghe alle proprie;
  • realizzare progetti o programmi comunitari con proiezione locale, regionale, nazionale ed internazionale;
  • aderire ad organismi associativi o federativi che perseguano attività analoghe o connesse alle proprie;
  • predisporre le condizioni per consentire agli associati e a terzi di poter effettuare degli stage formativi presso le proprie strutture, nonché il praticantato;
  • promuovere l’attivazione di servizi grafologici di aiuto per le persone, le agenzie ed i centri educativi, le aziende e la giustizia, che andranno erogati da associati aventi titolo di “Consulente grafologo” (oppure un titolo equipollente), eventualmente in collaborazione con altri specialisti (educatori, pedagogisti, medici, psicologi, avvocati, chimici, storici dell’arte, ecc.), a seconda delle circostanze;
  • promuovere servizi di tipo riabilitativo, ludico, assistenziale e terapeutico che possano costituire un supporto dell’azione educativa resa con lo strumento grafologico e propria della grafologia;
  • creare un centro di servizio tecnico che sia da supporto strumentale per i grafologi associati e non;
  • istituire una biblioteca specializzata in grafologia e nelle scienze che le sono limitrofe;
  • promuovere attività editoriali, aventi per oggetto la grafologia e/o le scienze umane che le sono limitrofe;
  • promuovere e/o realizzare ogni altra attività che, pur non essendo contemplata nell’elenco precedente, è appropriata a promuovere direttamente o indirettamente la grafologia e la conoscenza della stessa.